Bioidea S.r.l. chi siamo la lavorazione gallery news contatti
Le Spugne bioidea
Gli Struccanti Bioidea
Le idee regalo Bioidea
Le manopole Bioidea
Le Fasce Bioidea
I dischetti Bioidea
Le ciabatte Bioidea
 
News
Ansa 8 ottobre 2001
LUFFA, UNA PIANTA DAI TROPICI PER DIFENDERE L' AMBIENTE (NOTIZIARIO AMBIENTE)
Una produzione agricola contro l' inquinamento. Potrebbe essere questo lo slogan della luffa (Luffa Cylindrica, il nome scientifico), una specie di grande cetriolo originario dei tropici, che si presta a molteplici usi, tra cui la produzione di spugne vegetali per usi cosmetici e materiali per la coibentazione. A produrla nella zona di Medicina (Bologna) e' un' azienda di 50 ettari, il cui titolare Enrico Dall' Olio, sta cercando di introdurre nuove produzioni da affiancare a quelle piu' tradizionali. Dall' Olio all' inizio degli anni '90 e' entrato per caso in possesso dei semi di questa pianta, di cui si conosceva l' uso per la produzione di spugne vendute in negozio di erboristeria e negozi di prodotti biologici. La Luffa allora, come oggi, era importata. Da qui l' idea di Dall' Olio di cominciare a produrne anche nella propria azienda. Oggi la produzione avviene su un terreno di circa cinquemila metri, ma presto, se verrà confermato l' interesse del mercato, Dall' Olio conta di incrementare le semine, anche perché la pianta oltre a quelli cosmetici si presta ad altri importanti usi, che potrebbero favorirne l' incremento produttivo. Della luffa infatti nel 1992 si e' occupata anche l' Unione Europea in una sperimentazione i cui risultati hanno evidenziato la possibilità di ridurre la produzione di spugne sintetiche (inquinanti) e il prelievo eccessivo di spugne marine.

LUFFA, UNA PIANTA DAI TROPICI PER DIFENDERE L' AMBIENTE
Inoltre, secondo lo studio Ue, la luffa, in combinazione con collanti naturali e' adatta a realizzare pannelli di isolamento termoacustico per l' attività edilizia e l' industria automobilistica e ferroviaria. In particolare, nel settore automobilistico può essere utilizzata per realizzare sedili e poggiatesta. Per la sua biodegradabilità e anche perché non presenta fumi nocivi in caso di combustione, la Luffa, come isolante e materiale da imbottitura, garantisce, si legge nel documento Ue, “un indubbio vantaggio competitivo” rispetto ai prodotti tradizionali, realizzati in poliestere, lana di roccia, poliuretano e materiali analoghi, che presentano un forte impatto ambientale, soprattutto in relazione allo smaltimento al termine del loro ciclo vitale. L' eco-compatibilità avvantaggia la luffa anche nel settore degli imballaggi, dove, a causa dei continui inasprimenti della normativa europea per promuovere la progressiva sostituzione dei prodotti inquinanti, generalmente a base di polistirolo, e' aumentata la ricerca di materiali biodegradabili. Sul fronte agricolo, la luffa ha inoltre un altro importante pregio. “Da quando coltivo questa pianta - ha detto Dall' Olio - collaboro con l' Università di Bologna per monitorarne lo sviluppo vegetativo e non abbiamo ancora riscontrato nessuna malattia, per cui si tratta a tutti gli effetti di una pianta completamente biologica, che non richiede l'uso di prodotti chimici. Anche questo e' un bel vantaggio per l'ambiente”.
Data: 08-Oct-01
Fonte: Ansa



« torna all'elenco

» Home    » Chi siamo    » La lavorazione    » Gallery    » Contatti    
Copyright © Bioidea S.r.l. - via Canale 2379 - 40059 Medicina (BO) - Tel. 051 6970994 - info@bioidea.it